• Homepage
  • >
  • NOTIZIA
  • >
  • LA DENUNCIA DELL’ATTIVISTA ALI AL-SADOUNI, SOTTO IL SILENZIO DELLE ORGANIZZAZIONI DEI DIRITTI UMANI

LA DENUNCIA DELL’ATTIVISTA ALI AL-SADOUNI, SOTTO IL SILENZIO DELLE ORGANIZZAZIONI DEI DIRITTI UMANI

  • by wesatimes
  • 5 Days ago
  • 0

Tata / Marocco

Ali al-Sadouni è un’attivista saharawi per i diritti umani nel Sahara Occidentale è imprigionato nelle carcere marocchina di Tata.

La notizia ci arriva dalla famiglia in particolare dalla madre che le è stata negata la visita al figlio.
L’attivista denuncia atti di violenza nei suo confronti dalle autorità carceraria.
Nessuna dichiarazione dei ONG dei diritti umani per affrontare le circostanze della detenzione.

Gli ultimi aggiornamenti sulle sue circostanze indicano che è sotto costante sorveglianza e negazione sistematica dei suoi diritti, come il contatto con la famiglia e il diritto l’uscita giornaliera ,Senza contare le condizioni di detenzione, dove c’è un’ala speciale del diritto pubblico dedicata agli autori dei reati e sotto la minaccia quotidiana a causa delle sue opinioni politiche.

 

La situazione sanitaria del detenuto politico saharawi Ali al-Sadouni è gravissima perché le è negato il diritto di trattamento medico, soprattutto soffre di epilessia e di altre malattie a causa delle condizioni di detenzione.

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin
Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *