Il Comitato speciale per la decolonizzazione riafferma il Fronte Polisario unico rappresentante legittimo del popolo saharawi

La commissione speciale sulla situazione relativa all’attuazione della dichiarazione sulla concessione dell’indipendenza ai paesi e ai popoli coloniali ha riaffermato che il Fronte Polisario rimane l’unico rappresentante legittimo del popolo saharawi in conformità con le risoluzioni dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, nella sua relazione annuale per il 2018 presentata alla 73a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Riferendosi sul Sahara occidentale, alla lettera del rappresentante del Fronte Polisario alle Nazioni Unite, la relazione dedicò un paragrafo speciale (paragrafo 112) al discorso del rappresentante il dott. Sidi Mohamed Omar, davanti alla commissione sulla questione del Sahara occidentale.

Sottolineando inequivocabilmente che il discorso del rappresentante sahrawi è stato fatto in conformità con le pertinenti risoluzioni dell’Assemblea generale, compresa la risoluzione 34/37 del 21 novembre 1979, che conferma e stabilisce con una formulazione esplicita che il Fronte Polisario è l’unico rappresentante legittimo del popolo saharawi.

Oltre alla riaffermazione da parte del Comitato speciale per la decolonizzazione del diritto all’autodeterminazione del popolo saharawi e dello status giuridico del Sahara occidentale come questione di decolonizzazione, questa posizione forte e schietta che rafforza la posizione del Fronte Polisario come l’unica e legittima rappresentante del popolo saharawi rappresenta un altro duro colpo e una battuta d’arresto importante per la diplomazia dello stato occupante marocchino, che ricorre a tutti i metodi di pressione, estorsione, inganno e frode, al fine di dissuadere i membri del Comitato dal ribadire questa impresa e posizione coerente con la legittimità internazionale e le pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *