Alla cortese attenzione dell’Eurodeputato Pier Antonio PANZERI, Presidente della Commissione per i Diritti dell’Uomo del Parlamento Europeo

LETTERA APERTA
10 luglio 2018

Alla cortese attenzione dell’Eurodeputato Pier Antonio PANZERI,

Presidente della Commissione per i Diritti dell’Uomo del Parlamento Europeo.

 

Gentile Onorevole,

Abbiamo seguito la sessione plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo del 5 luglio 2018, in cui il Parlamento ha votato la sua relazione annuale sulla prossima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La relazione elaborata dal Suo collega, il relatore dell’S&D Eugen Freund, adottata dalla commissione per gli Affari Esteri del Parlamento Europeo, sottolinea che sviluppo, diritti umani e riforme delle Nazioni Unite sono priorità chiave per il Parlamento Europeo. Lo stesso includeva un paragrafo relativo al Sahara Occidentale.

In seguito alle forti pressioni esercitate dall’Ambasciata marocchina, due delle tre frasi del paragrafo sul  Sahara Occidentale sono state respinte durante la votazione in plenaria. Una frase relativa alle sentenze  della Corte di Giustizia è stata respinta con una maggioranza ristretta di tre voti. Una frase, inoltre, che chiedeva che “alla MINURSO fosse conferito un mandato in materia di diritti umani, in linea con tutte le altre missioni di mantenimento della pace dell’ONU”, è stata respinta con 40 voti.  267 deputati si sono espressi a favore del mantenimento della frase nella relazione, 304 contrari e 36 si  sono astenuti.

Sorprendentemente, abbiamo visto Lei, Onorevole PANZERI – Presidente della Commissione per i diritti umani (DROI)- astenersi dal voto sulla frase che chiedeva che alla MINURSO venisse conferito un mandato in materia di diritti umani. Il suo atto è stato in netto contrasto con i deputati del suo stesso gruppo politico che mi hanno stupito votando a favore di questo riferimento. Invece di respingere questa frase, riteniamo che il mandato per i diritti umani avrebbe dovuto essere proposto e sostenuto da tutti i deputati della commissione DROI, in particolare dal Suo Presidente. Le chiediamo pertanto di fornire chiarimenti in merito alle seguenti domande:

1. Come ha motivato la sua astensione dal chiedere un mandato per i diritti umani alla MINURSO, l’unica missione ONU al mondo che non è in grado né di controllare né di proteggere i diritti umani?

2. In qualità di Presidente della Commissione per i Diritti Umani, supponiamo che Lei ritenga che i diritti umani universali. Perché Lei fa un’eccezione a questo principio quando si tratta del Sahara occidentale?

3. Dalla Sua astensione potremmo dedurre che Lei ritiene che l’ONU debba violare la sua stessa Carta e ignorare i diritti umani. In relazione a un territorio e a un popolo specifici, potrebbe spiegare questa posizione?

4. Siamo consci che i rappresentanti della società civile saharawi non sono mai stati invitati dalla Commissione che Lei presiede, mentre i funzionari e i rappresentanti della società civile marocchina sono stati invitati a più riprese. Data la gravità della situazione dei diritti umani nel Sahara Occidentale, intende invitare i difensori dei diritti umani saharaui nella Commissione da Lei presieduta prima della fine di questo fine di questo mandato?

Crediamo fermamente che la Commissione DROI e l’intero Parlamento Europeo siano stati ingannati facendo affidamento su fonti di informazione unilaterali e partigiane del Marocco sulla situazione dei diritti umani nel Sahara Occidentale. Le ONG internazionali che si occupano di diritti umani, come Human Rights Watch e Amnesty International sono bandite dal territorio, così come i meccanismi previsti dalle Nazioni Unite per assicurare il rispetto dei diritti umani. Desideriamo pertanto esprimere la nostra disponibilità a prender parte ai lavori della Commissione, insieme alla società civile marocchina, o ad altri rappresentanti che Lei ritenga idonei, e a parlare apertamente e in modo costruttivo della situazione dei diritti umani nel Sahara Occidentale. Impaziente di venire a conoscenza delle Sue ragioni, resto in attesa di un Suo cortese e tempestivo riscontro.

La prego, altresì, di accettare i miei più cordiali saluti.

Mahjoub Hussain Emhammad Maliha A nome della società civile saharaui

elmahjoub.maliha@gmail.com Phone: +32 472483144

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *