Tor Vergata & Saharawi: la nazione che (r)esiste

  • by wesatimes
  • 10 Days ago
  • 0

Progetto di collaborazione tra gli studenti del corso di laurea in Medicina&Chirurgia in lingua italiana ed inglese dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata e la R.A.S.D. – Repubblica Araba Saharawi Democratica.

Ad inizio marzo 2018 è previsto un viaggio di circa 8 giorni presso i campi profughi Saharawi con il coinvolgimento di un gruppo di studenti del corso di Medicina e Chirurgia di Tor Vergata, allo scopo di dar continuità al canale di supporto medico-sanitario attivato lo scorso anno.

Il Progetto prevede
• tirocini nei presidi sanitari Saharawi da parte degli studenti di Tor Vergata
• la spedizione di farmaci
Il tutto verrà svolto in parallelo alle attività previste dal “viaggio di solidarietà” (vedi sotto), ed ad altri progetti (vedi sotto).

Attività del viaggio di solidarietà:
– visita al muro della Vergogna (più di 2.720 km di muro costruito dal Marocco nel Sahara Occidentale. È una zona militare con bunker, fossati e campi minati, edificato con l’obiettivo di proteggere dalle incursioni del Fronte Polisario il territorio occupato dal Marocco. Si stima che intorno al muro siano presenti da uno a due milioni di mine. Oltre a uno scopo difensivo, il muro ha obiettivi di sfruttamento economico. La parte interna al muro racchiude le ricchezze del Sahara Occidentale, ovvero le miniere di fosfati e il controllo della costa che è considerata una delle più pescose al mondo)
– visita al museo della guerra
– visite alle scuole, agli ospedali, al centro giovani, ai centri disabili ed alle istituzioni della RASD
– v.e.e.

Gli altri progetti, anch’essi in gran parte portati avanti dalla associazione che ci supporta (CittàVisibili), prevedono:
– il progetto nazionale Saharawi per lo sport
– il progetto: “Semi di naso rosso Saharawi in cartella”, ossia corsi di formazione e attività in loco di clown therapy da parte dell’associazione “Mi illumino D’immenso clown care”
– la partecipazione alle adozioni a distanza gestite dall’associazione “Città Visibili” come “gruppo Tor Vergata” (N.B. solo se capaci di dare continuità al sostegno economico a medio-lungo termine)
– progetti di walfare per creare lavoro nei campi
– e tanti altri

https://www.facebook.com/pg/saharawitorvergata/photos/?ref=page_internal

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin
Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *