INTERNAZIONALENOTIZIA

Il Fronte Polisario respinge l’inclusione del Sahara occidentale nella rinegoziazione dell’accordo di pesca UE-Marocco

Fronte Polisario comunicato stampa:

Il Fronte Polisario respinge l’inclusione del Sahara occidentale nella rinegoziazione dell’accordo di pesca UE-Marocco [Bruxelles, 16 aprile 2018].

Il Fronte Polisario condanna la decisione odierna del Consiglio dell’UE ad autorizzare la Commissione europea a negoziare una modifica dell’accordo di partenariato nel settore della pesca UE-Marocco per includere esplicitamente il Sahara occidentale.

Lo scorso febbraio, la Corte di giustizia europea ha ricordato, per la seconda volta, che il Marocco non ha alcuna autorità, nella sua capacità sovrana, di concludere accordi internazionali applicabili al Sahara occidentale.

Pertanto, è chiaro che questi negoziati possono solo portare ad un altro accordo illecito ai sensi del diritto comunitario e del diritto internazionale. Nessuna garanzia annunciata nel mandato di negoziazione può distrarre dall’illegalità fondamentale di questo approccio. La Corte di giustizia europea ha chiarito ripetutamente: l’unico modo per negoziare qualsiasi accordo in relazione al Sahara occidentale è quello di garantire il consenso del popolo Saharawi, attraverso il loro rappresentante, il Fronte Polisario.

Ancora una volta, l’azione dell’Unione europea solleva seri interrogativi sul suo impegno a una soluzione pacifica della questione del Sahara occidentale sotto l’egida delle Nazioni Unite.

Questi negoziati illegali con l’illegittimo occupante marocchino non si aspettano di minare gli sforzi dell’inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite, Horst Köhler, per la ripresa dei colloqui diretti tra il Fronte Polisario e il Marocco.

Per quanto riguarda il Marocco, la sua disponibilità a negoziare accordi internazionali che rimandano esplicitamente al Sahara occidentale dimostra che riconosce la sua non sovranità su quel territorio. La decisione odierna del Consiglio dell’UE non lascia altra scelta al Fronte Polisario, bensì ad avviare nuove azioni giudiziarie, a nome del popolo del Sahara occidentale, dinanzi ai tribunali dell’Unione europea. Il Fronte Polisario, mette ugualmente in guardia tutte le società a base di UE dei gravi rischi giuridici che si esporrà se hanno scelto di fare affari nel quadro di questi accordi illegali UE-Marocco.

 

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close