Il governo saharawi ha decretato 7 giorni di lutto nazionale per le vittime sahrawi del volo Algeri-Tindouf

Nel corso della riunione convocata con urgenza, l’ufficio della Segreteria Nazionale del Fronte Polisario ha decretato 7 giorni di lutto nazionale per i 30 cittadini saharawi che erano a bordo dell’aereo precipitato dopo il decollo dall’aeroporto di Boufarik, nella provincia di Blida.

Il presidente della Repubblica e segretario generale del Fronte Polisario, Brahim Gali, ha tenuto una riunione urgente.

Nel comunicato ufficiale, l’Ufficio indica che tra i membri dell’equipaggio c’erano 30 civili saharawi, tra cui pazienti sottoposti a trattamento medico negli ospedali algerini.

Viene inoltre annunciata la creazione di una commissione nazionale presieduta dal ministro degli Interni saharawi, composta dal ministro della sanità pubblica, dall’ambasciatore della Repubblica saharawi in Algeria, dal segretariato di Stato per la sicurezza e la documentazione e dal ministero della giustizia e degli affari.

Nel comunicato, il Fronte del Polisario apprezza la costante collaborazione delle autorità algerine ed esprime le sue più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime.

Il velivolo IlYSHIN II-76 (delle Forze armate dell’Algeria) si è schiantato al decollo dall’aeroporto militare di Boufarik, finora sono state contate 257 vittime.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *