Pesca: avvocato Corte Ue, accordo Ue-Marocco è invalido, perché applicato al Sahara occidentale, violando i suoi diritti

BRUXELLES – L’accordo di pesca concluso tra Ue e Marocco “è invalido per il fatto di essere applicabile al Sahara occidentale e alle acque a esso adiacenti”: è quanto afferma l’avvocato generale della Corte di giustizia della Ue, Melchior Wathelet, nelle conclusioni relative a un caso sollevato dalla Western Sahara Campaign (WSC), un’organizzazione indipendente di volontariato. “Concludendo tale accordo – spiega l’avvocato – l’Unione ha violato il suo obbligo di rispettare il diritto all’autodeterminazione del popolo del Sahara occidentale” e “non ha predisposto le garanzie necessarie per assicurare che lo sfruttamento delle risorse naturali del Sahara occidentale avvenisse a vantaggio del popolo di tale territorio”. Il parere dell’avvocato generale viene generalmente ripreso dalle sentenze della Corte.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *