• Homepage
  • >
  • NOTIZIA
  • >
  • Il Fronte Polisario rinnova la sua disponibilità a collaborare con gli sforzi delle Nazioni Unite per decolonizzare il Sahara occidentale

Il Fronte Polisario rinnova la sua disponibilità a collaborare con gli sforzi delle Nazioni Unite per decolonizzare il Sahara occidentale

  • by wesatimes
  • 13 Days ago
  • 0

Il Fronte Polisario ha ribadito oggi la sua disponibilità a collaborare con gli sforzi delle Nazioni Unite per decolonizzare il Sahara occidentale e l’applicazione delle disposizioni del piano di pace dell’Unione africana-Nazioni Unite del 1991 volte ad organizzare il referendum sull’autodeterminazione in modo che il popolo saharawi possa scegliere il proprio futuro.
In una riunione sotto la presidenza del Presidente della Repubblica, Brahim Gali, l’Ufficio permanente della Segreteria nazionale del POLISARIO ha insistito sulla responsabilità delle Nazioni Unite nell’applicazione della sua Carta e delle sue risoluzioni, in particolare la risoluzione 1514, sulla concessione dell’indipendenza ai popoli e paesi coloniali.
Il POLISARIO ha sottolineato che tutte le cause di tensione e di escalation sono dovute all’invasione e all’occupazione illegale del Sahara occidentale da parte del Regno del Marocco e alla sua flagrante violazione dell’accordo di cessate il fuoco e dell’Accordo militare n. 1 e il suo frequente disprezzo per le risoluzioni di legittimità internazionale, tra cui la recente risoluzione 2153 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
Ha invitato il Regno del Marocco a ricorrere alla legittimità internazionale ea conformarsi all’attuazione dell’atto costitutivo dell’Unione africana e ad aprire una nuova pagina di convivenza in pace, cooperazione e buon vicinato con la Repubblica Saharawi.
L’Ufficio permanente del Segretariato nazionale, facendo il punto sull’anno 2017, ha sottolineato che è stato un anno di notevoli vittorie diplomatiche e ha consolidato il ruolo dello stato Saharawi nell’Unione africana e aperto più orizzonti nella battaglia del nostro popolo per proteggere le loro risorse naturali e difendere i tuoi diritti per la libertà e l’indipendenza.

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin
Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *