• Homepage
  • >
  • NOTIZIA
  • >
  • L’unione dei avvoccati saharawi: denuncia il saccheggio delle risorse del Sahara occidentale

L’unione dei avvoccati saharawi: denuncia il saccheggio delle risorse del Sahara occidentale

  • by wesatimes
  • 15 Days ago
  • 0
02 gen 2018  – L’assemblea generale dell’Unione degli avvocati saharawi ha denunciato il saccheggio e lo sfruttamento illegale delle risorse naturali del Sahara occidentale da parte delle forze di occupazione marocchine.

 

L’Unione ha inoltre denunciato le ingiuste prove dei detenuti del gruppo Gdeim Izik, invitando la comunità internazionale a esercitare pressioni sul Marocco affinché la conformi al diritto internazionale e crei un organismo delle Nazioni Unite per la protezione del popolo Saharawi.

 

Secondo l’agenzia di stampa Saharawi, l’Unione degli avvocati saharawi ha ribadito il suo “totale sostegno alla lotta per la libertà e la costruzione, sotto la guida del Frente Polisario, l’unico legittimo rappresentante del popolo Saharawi”.

 

Oltre allo sfruttamento illecito delle risorse naturali Saharawi, l’Assemblea generale ha anche condannato la politica discriminatoria ed arbitraria e l’esclusione praticata dall’occupazione marocchina contro i lavoratori e i cittadini Saharawi nei territori occupati città e sud del Marocco.

 

L’Unione ha inoltre espresso “solidarietà ai detenuti politici Saharawi nelle carceri marocchine, chiedendo la loro immediata e incondizionata liberazione, invocando la creazione di un meccanismo delle Nazioni Unite, attraverso il MINURSO-incaricato della protezione dei Saharawi persone.

 

Ha inoltre invitato il governo marocchino a “rilasciare 151 prigionieri di guerra Saharawi”, insistendo a “rivelare la verità sulla sorte dei Sahrawis scomparsi e facilitare l’accesso dei media, degli osservatori, delle personalità e delle delegazioni parlamentari al occupati territori Saharawi “.

 

L’Assemblea generale degli avvocati Saharawi dell’Unione ha esortato tutti i componenti del popolo Saharawi a “essere Uniti per affrontare l’occupazione marocchina e contrastare i suoi piani abietti”, dicendo che “la resistenza rimane l’unico modo per liberare il nostro popolo e la nostra patria.
  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
  • linkedin
Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *